Bruno Mucciarelli

Bruno Mucciarelli

Classe 1982, alto un metro e novanta, peso oltre i cento chilogrammi, occhi verde chiaro, capelli scuri (quei pochi rimasti). Un ragazzone laureato in Ingegneria Civile che con la tecnologia pensava di avere ben poco a che fare almeno fino a quando a Nokia non venne in mente di realizzare i suoi primi telefoni cellulari con quel sistema operativo Symbian che gli fece perdere nottate a cercare ogni sorta di personalizzazione che lo rendesse unico ed originale.

La sua vita è sempre stata un susseguirsi di viaggi dalla seconda media in poi. Nato nella verde cittadina di Narni, sì proprio quella delle Cronache di Narnia, ha vissuto per qualche anno a Trieste dove ha potuto vedere con i propri occhi i misteriosi ma anche affascinanti luoghi dove James Joyce scrisse la prima parte dell'Ulisse o dove si incontrava col suo amico Italo Svevo. Da Trieste, il lavoro del padre, lo portò a Bolzano dove passò gli anni della sua adolescenza tra lezioni di tedesco, passeggiate in bici e tornei di tennis, uno dei pochi sport che ha regolarmente praticato. Tornato nel 2002 in Umbria, la passione per le costruzioni e tutto quello che ruota intorno ad esse lo portò a laurearsi in Ingegneria Civile mentre realizzava le sue prime esperienze editoriali online per alcuni blog e testate giornalistiche.

Gli anni dei vari iPhone e dei primi Android ma anche l’avvento degli iPad e delle console di gioco sempre più performanti lo conquistarono completamente e l’approdo in Hardware Upgrade è stato senza dubbio l’emblema della volontà di scoprire ancora di più di questo affascinante mondo qual è la tecnologia. In redazione si occupa giornalmente, assieme ai suoi baldi compagni di scrittura, di informare i lettori delle novità in campo mobile e non solo, con contenuti sempre attuali e approfonditi. Se ciò non bastasse prova nuovi smartphone, tablet o altri dispositivi in arrivo sul mercato cercando di far conoscere a tutti il proprio punto di vista con le video recensioni su TV Tech.

L’amore con la A maiuscola lo porterà a trasferirsi nuovamente, e questa volta forse definitivamente, in Lombardia pronto a seguire puntualmente ogni evento mediatico sulla tecnologia, prestando i propri occhi ai lettori di Hardware Upgrade. La lettura è la sua seconda passione e quello che ha letto in un libro è anche quello che si ripete ogni giorno: “Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia”.